Festival LagoMaggioreMusica – 28a edizione

Trio Quiros unite

Domenica 14 agosto
LAVENO MOMBELLO (VA), Chiostro di Palazzo Perabò di Cerro
Festival LagoMaggioreMusica – 28a edizione

 

ore 19.30 visita guidata al MIDeC – Museo Internazionale Design Ceramico

Le prime 30 persone in possesso del biglietto del concerto del 14/08 potranno beneficiare della visita guidata gratuita al MIDeC (ore 19.30) previa prenotazione da effettuarsi entro il 12/08 a biglietteria@jeunesse.it o 333 3589577.

 

ore 21.00 concerto

TRIO QUIRÓS

Francesca Adamo Sollima, soprano

Mauro Schembri, mandolino

Fernando Mangifesta, fisarmonica

 

“AMERICA!”

REYNALDO HAHN (1874 – 1947)
A Chloris

KURT WEILL (1900 – 1950)
Complainte de la Seine

ASTOR PIAZZOLLA (1921 – 1992)
Oblivion
Milonga de la Annunciacion  

ARIEL RAMÍREZ (1921 – 2010)
Alfonsina y el mar

EDUARDO ANGULO (1954)
dalla Suite Mexicana op. 16: Serenada, Jarabe Colimeno

GEORGE GERSHWIN (1898 – 1937)
da Porgy and Bess: Summertime; I got rhythm

LEONARD BERNSTEIN (1918 – 1990)
da West Side Story: Maria; America!

 

Il TRIO QUIRÓS nasce nel 2018 dall’amicizia dei tre giovani musicisti e dalla curiosità di esplorare nuove sonorità e possibilità ritmiche ed espressive. Il repertorio proposto, in cui la voce si muove in maniera fluida e si adatta a stili e a linguaggi differenti con estrema flessibilità, spazia con disinvoltura all’interno dell’area geografica americana, dal jazz di Gershwin al musical di Leonard Bernstein, fino alla musica argentina di Piazzolla e Ramirez, abbracciando anche aspetti della canzone nel Novecento, fra cui Kurt Weill.

 

FRANCESCA ADAMO SOLLIMA, voce
Nata a Palermo da una famiglia di musicisti, Francesca ha scoperto molto presto la passione per la musica da camera che l’ha portata a specializzarsi nel repertorio vocale tedesco, francese, italiano e di area anglo-americana. Parallelamente agli studi del canto, grazie al suo Maestro Marco Betta che pazientemente l’ha seguita nel lungo percorso accademico, ha intrapreso lo studio della Composizione conseguendo il Diploma con il massimo dei voti e la lode. Negli anni di studio al Conservatorio e successivi al Diploma, Francesca ha sempre frequentato masterclasses e corsi di perfezionamento dedicati alla tecnica vocale e al repertorio: con Leonardo De Lisi e Barbara Lazotti ha avuto modo di approfondire rispettivamente la Lirica Francese e la Romanza da Salotto Italiana, con Gemma Bertagnolli il repertorio rinascimentale e barocco, con Lucio Gallo il Lied tedesco e con Luisa Castellani – presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano dove è stata allieva nel 2014 – il repertorio contemporaneo da camera e per voce sola. Dal 2010 ha la fortuna di costituire un duo con una delle persone più importanti per la sua formazione artistica e umana: sua madre, Donatella Sollima, pianista e didatta del Conservatorio di Palermo. Con lei ha svolto un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero e nel 2015 hanno presentato insieme il loro primo lavoro discografico, IMMAGINI DI DONNA, durante un tour in USA nei teatri dell’Arkansas, Connecticut e a New York, nella prestigiosissima Carnegie Hall. Attualmente Francesca perfeziona la tecnica vocale con il Mezzosoprano Provvidenza Tortorella. Spesso si esibisce in formazioni da camera che variano dal duo al quartetto ed esegue proprie composizioni o scrive per piccoli ensemble cameristici. Il 25 Novembre 2015 ha eseguito in prima assoluta la sua composizione “Hildegard File III” per voce sola commissionatale dal Festival di Nuove Musiche del Teatro Massimo di Palermo in occasione della visita della compositrice russa Sofia Gubajdulina. In passato Francesca ha anche curato l’aspetto storico-musicale di tre pubblicazioni intitolate Arte e Musica in Sicilia (Edizioni Biblioteca del Cenide) realizzate nel 2012 in occasione della rassegna Hotel d’Arte e Case Storiche di cui è stata Coordinatore Artistico in collaborazione con Ars Nova Palermo. Francesca oggi è docente di Musicologia e Didattica della Musica presso l’Università LUMSA e si dedica alla didattica musicale nella scuola primaria e dell’infanzia per sensibilizzare i più piccoli al grande potere educativo della musica anche attraverso il gioco.

 

MAURO SCHEMBRI, mandolino
Nato ad Agrigento, intraprende gli studi accademici a Palermo: laureato in Discipline della Musica presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Palermo, si è diplomato in mandolino con il massimo dei voti e la Lode presso il Conservatorio “A. Scarlatti” di Palermo, sotto la guida del Maestro Emanuele Buzi. Successivamente ha seguito dei corsi di perfezionamento tecnico con Dorina Frati e sul repertorio barocco con Mauro Squillante presso la Miszla Baroque Academy di Budapest. Ha all’attivo più di 15 Festival Internazionali con l’Associazione Sikania diretta da Lorenzo Puma, con il quale ha girato il mondo per ben 10 anni, tenendo anche una tournée in Giappone in collaborazione con la Min-On Concert Association di Tokyo. Collabora con importanti enti lirici per le produzioni operistiche: fra gli allestimenti più prestigiosi spiccano Romeo e Giulietta di S. Prokofiev diretto da Alexander Polyanichko, Don Giovanni di W. A. Mozart presso il Teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria diretto da Gianna Fratta, l’Otello di G. Verdi all’Arena Sferisterio di Macerata diretto da Riccardo Frizza e al Teatro Massimo di Palermo diretto da Renato Palumbo. Si è esibito per l’Ambasciata Italiana di Muscat (Oman), con l’Orchestra Sinfonica Siciliana diretto dal M° Nicola Piovani presso il Teatro Greco di Taormina e il Teatro Romano di Catania, per l’Istituto Italiano di Cultura di Budapest, per l’Ente Filarmonica Franco Ferrara, con l’Orchestra a plettro “V. Bellini” e da solista con l’Orchestra da Camera Salvatore Cicero diretta da Loris Capister presso il Teatro Politeama Garibaldi per la stagione “Amici della Musica di Palermo”. Nel 2015, a Lucca, ottiene il secondo posto al prestigioso Concorso Nazionale “Premio Abbado” (Premio Nazionale delle Arti promosso dai Conservatori Italiani) per la sezione mandolino. Nell’intensa attività svolta con il Quintetto a pizzico Nomos si esibisce per l’Auditorium RAI di Palermo, la stagione “Le bois qui Chant” a Chateau d’Oex (Svizzera), il Festival Internazionale delle Orchestre a Plettro al Teatro Greco di Taormina stagione concertistica “TaorminaArte”, l’Accademia L. Tadini di Lovere (BG), il Festival di Bellagio (CO), i “Venerdì nella Valle” presso la Valle dei Templi e il Teatro Luigi Pirandello di Agrigento, e la stagione “Classica e dintorni” al Castello Ursino di Catania. Nel 2018 riceve il prestigioso “Premio Alessio Di Giovanni” per la musica, il “Premio d’arte e cultura siciliana Ignazio Buttitta” XIV edizione per la sezione musica assieme al Sikania Mandolin Ensemble presso il Castello Chiaramonte di Favara (AG). Nell’ambito della world music riceve nel 2013 da Ambrogio Sparagna il “Premio speciale per la critica” al Termini Folk Festival con l’ensemble Athenaeum Folk e successivamente si esibisce con l’artista romana Tosca Donati nello spettacolo Sto core mio, notturno napoletano dedicato a Roberto Murolo e portato in scena in numerosi teatri italiani. Attualmente è docente di mandolino presso il Liceo Musicale “Regina Margherita” di Palermo e collabora stabilmente con l’Orchestra a Plettro “Città di Taormina” per la quale tiene dei corsi di perfezionamento.

 

FERNANDO GABRIELE MANGIFESTA, fisarmonica
Nato nel 1990, ha iniziato lo studio della fisarmonica sotto la guida del M ° Dario Flammini presso il Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila dove ha conseguito il Diploma Accademico di secondo livello in Discipline musicali, indirizzo interpretativo-compositivo in Fisarmonica, con il massimo dei voti e la lode. Molto presto ha iniziato un’intensa attività concertistica come solista e con il “Trio Solotarev”. Nel 2012 ha vinto il 2° premio del Primo Festival Nazionale Rosa De Marco, nel 2013 il 3° Trofeo città di Atina e il 7° Accordion Art Festival città di Pineto, nel 2014 e nel 2015 ha vinto il 1° Premio nel Concorso di esecuzione musicale “Rotary Club Teramo Est”, nel 2015 ha vinto il 5° Trofeo città di Atina e il 3° concorso musicale “Cenacolo della musica” di Catignano aggiudicandosi il “Premio Arte” 2015. Si è esibito in Festival e stagioni concertistiche di rilievo come il VII Festival Internazionale MuntagninJazz, il 30° Festival Internazionale di mezza estate di Tagliacozzo, il 1° Festival delle Arti “Tivoli Chiama” 2015, il 58° Festival internazionale dei due Mondi di Spoleto, la 70° Stagione concertistica della Società Aquilana dei concerti Barattelli, la rassegna “Vivaio Talenti” tenutasi nel Padiglione Italia in occasione di Expo Milano 2015, la Stagione Concertistica 2013 organizzata dall’Associazione Amici della Musica di Monte Sant’Angelo (FG), Stagione Concertistica 2019 dell’Associazione Amici della Musica di Cefalù (PA), International Choral Contest 2019 “Vincenzo Amato”, Stagione Concertistica “Oltre, Sicilian Music Wave” organizzata da “Ars Nova” Palermo. Per la sede A.Gi.Mus. di Firenze ha tenuto concerti in scenari mozzafiato come il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio e la Pinacoteca della Certosa di Firenze. All’estero si è esibito in diversi Paesi come Grecia, Danimarca, Lituania. Ha suonato all’interno dell’International Festival Accordion 2015 a Vilnius e nel concerto per il 20° anniversario dalla morte di Mogens Ellegard nella “Ny Sal” della Royal Danish Academy of Music. Si è esibito dinanzi la presenza del Presidente del Consiglio e dei Ministri E. Letta e di altri esponenti del governo in occasione dell’apertura del XVII Congresso nazionale della Cisl. Ha seguito corsi di perfezionamento con i Maestri Friedrich Lips, Viatcheslav Semionov, Yuri Shishkin, Vojin Vasovic, Alexander Selivanov, Angel Luis Castano, Alexander Dmtriev, Frank Angelis, Jean Luc Manca, Miljan Bjeletic, Giuseppe Scigliano. Ha svolto parte dei suoi studi presso la Royal Danish Academy of Music di Copenaghen sotto la guida del M° Geir Draugsvoll. Ha iniziato lo studio del bandoneón argentino bisonoro con il M° Dario Flammini. Ha conseguito il biennio di interpretazione e prassi stilistica del Tango presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara sotto la guida del M° Gianni Iorio. Con il bandoneón si è perfezionato con il M° Juan Jose Mosalini. I suoi strumenti sono una fisarmonica “Jupiter” con voci “Chernov” costruita in Russia e due bandoneón “Doble A” del 1929 e del 1938.

 

Per maggiori informazioni:
Festival LagoMaggioreMusica
+39 333 3589577

Biglietti su www.vivaticket.com/it