Sinestesia all’Anteo

Valeria Sturba 10

DOMENICA 5 MAGGIO – ORE 11:00

ANTEO Palazzo del Cinema (Piazza XXV Aprile, 8 – Milano)

 

LA CONQUISTA DEL POLO

Valeria Sturba, polistrumentista

 

Valeria Sturba si immerge nei cortometraggi fantascientifici di George Méliès (À la conquête du pole e Le Royaume des Fées) con lo spettacolo dal titolo LA CONQUISTA DEL POLO.

Il lavoro di George Méliès (1861-1938), definito come «Giotto della settima arte», secondo padre del cinema dopo i fratelli Lumière e figura monumentale per il cinema fantastico e avventuroso, rivive con il commento sonoro realizzato da Valeria Sturba, che si destreggia tra violino, theremin, voce, giocattoli e piccoli strumenti lo-fi. Suoni surreali che si sommano, si fondono, si moltiplicano ed accompagnano il professor Maboul e altri personaggi verso le più disparate avventure terrene e celesti, tra mongolfiere alla conquista del Polo Nord, mostri dei ghiacci, diavoli dispettosi.

 

Ingresso: 8 €

(ridotto 5 €: giovani under 26 e tesserati ANTEO “Amici del cinema”)

Biglietti disponibili QUI

Note sul progetto Sinestesia:

Avviato da Gioventù Musicale d’Italia nel 2012, anno del 60° anniversario dell’Istituzione, il Progetto Sinestesia viene ideato con il duplice obiettivo di tentare un rinnovamento delle dinamiche esecutive in chiave performativa e riqualificare la figura dell’interprete musicale, favorendone l’indipendenza e la vivacità intellettuale, in un aperto dialogo transdisciplinare.

A questo scopo il Progetto Sinestesia, attraverso l’Ensemble che porta il suo nome, propone dinamiche di esecuzione concertistica originali, che vedono il linguaggio musicale divenire elemento unificante di esperienze e manifestazioni differenti del sapere umanistico e della conoscenza filosofica e scientifica. Il concerto viene infatti concepito come esperienza sinestetica nella quale sono simultaneamente coinvolti in funzione percettiva più ambiti sensoriali, consentendo al pubblico di acquisire un maggior grado di consapevolezza, coinvolgimento e comprensione nell’ascolto.

Il Progetto Sinestesia costituisce poi un’importante esperienza formativa per i giovani musicisti che entrano di volta in volta a far parte dell’Ensemble.

Nel corso di questi anni, sotto la guida del Direttore Creativo Saul Beretta e del Direttore Musicale Francesco Bossaglia, l’Ensemble Sinestesia si è esibito in luoghi molto diversi tra loro, spesso non necessariamente deputati all’attività concertistica, e in spazi da valorizzare e riscoprire.

Tra i tanti, ricordiamo: il Civico Planetario Ulrico Hoepli di Milano, l’Auditorium San Fedele, lo Spazio Oberdan (in collaborazione con la Fondazione Cineteca Italiana), il Planetario Torre del Sole di Brembate (BG), lo spazio Base Milano (in collaborazione con Milano Film Festival); infine, il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano. Qui si è tenuta la prima esecuzione del Responsorio Meccanico per soprano, ottoni e suoni elettronici, opera che la Gioventù Musicale ha commissionato al compositore Massimiliano Viel proprio per l’Ensemble Sinestesia. Fondamentale per il Progetto Sinestesia è stata fin qui la collaborazione con le maggiori istituzioni culturali che a Milano e non solo, sono riconosciute come importanti punti di riferimento nei rispettivi ambiti.


Valeria Sturba (1991) – polistrumentista, cantante e compositrice – suona violino, theremin, elettronica, looper, effetti, giocattoli. I suoi orizzonti musicali spaziano dalla musica d’autore al rock al tango, dall’improvvisazione all’elettronica, conservando una forte propensione per il minimalismo. Ha preso parte a incisioni discografiche, rimusicazioni di film muti, registrazioni di colonne sonore, reading.

Ha partecipato a festival nazionali e internazionali come UmbriaJazz, Electromagnetica Theremin Fest (Cile), B-Classic e Maelstrom Fiestival (Belgio), Dancity, Hai paura del buio?, Aterteater, LugoContemporanea, RoBOt, Flussi, Bergamo Jazz. Ha diversi progetti in attivo, tra cui “OoopopoiooO”, duo dadaista e surreale con Vincenzo Vasi. Fa parte della “Grande Abarasse Orchestra” di John De Leo e del quartetto “The Assassins” di Francesco Cusa. Ha collaborato con Tristan Honsinger, Enrico Gabrielli (Calibro35, Orchestrina Di Molto Agevole), Surgical Beat Bros, Fabrizio Puglisi, Mauro Ottolini (Sousaphonix), Cristina Donà, Médéric Collignon, Anna Maria Hefele, Ermanno Cavazzoni, Stefano Benni, Lino Guanciale, Tiziano Popoli, Edoardo Marraffa, Giancarlo Schiaffini, Luke Fischbeck e molti altri.