LagoMaggioreMusica: Jacopo Taddei

Taddei + Vendramin

Festival LagoMaggioreMusica 2020

Martedì 4 agosto – ore 21.00

LESA (NO), Chiesa di San Rocco fraz. Solcio, Via Sempione 131

 

JACOPO TADDEI, sax

DAVIDE VENDRAMIN, fisarmonica

BARBARA KRÜGER, violino

CLAUDIO GIACOMAZZI, violoncello

 

PROGRAMMA:

“I PAESAGGI SONORI DELLE STAGIONI”

ASTOR PIAZZOLLA (1921 – 1992)  Las Cuatro Estaciones Porteñas

Verano Porteno – Invierno Porteno – Primavera Portena – Otono Porteno

ANTONIO VIVALDI (1678 – 1741) da Il cimento dell’Armonia e dell’Invenzione op. 8:

Concerto in sol minore op. 8 n. 2 RV 315 L’Estate

Concerto in fa minore op. 8 n. 4 RV 297 L’Inverno

JAVIER GIROTTO (1965) Nahuel

RICHARD GALLIANO (1950) Tango pour Claude

 

Biglietti:

Intero € 12

Ridotto € 10 (over 65, under 25)

(Ingresso gratuito per bambini e ragazzi fino a 14 anni)

Si informa il gentile pubblico che per accedere ai concerti verranno seguite le linee guida di Regione Piemonte e Regione Lombardia.

Il numero dei posti è ridotto per rispettare il distanziamento.

È vivamente consigliata la prenotazione al numero 333 3589577.

*** I biglietti saranno messi in vendita presso le sedi di ciascun concerto a partire da un’ora prima dell’inizio dell’evento

 

A soli 24 anni, il saxofonista Jacopo Taddei, si sta imponendo sulla scena musicale classica internazionale. “Sax hero” è stato definito dal Corriere della Sera. Apprezzato per la sua tecnica brillante, unita a delicatezza ed esuberanza, Jacopo si è messo in risalto dopo la vittoria, nel 2015, del prestigioso Premio Claudio Abbado e del Premio Conservatorio di Milano. Nato a Portoferraio, Isola d’Elba, nel 1996, comincia gli studi musicali ad otto anni nella Filarmonica della sua città natale e a nove anni è ammesso a frequentare la classe di Saxofono all’Istituto Superiore di Studi Musicali Mascagni di Livorno, dove studia con Valerio Barbieri, per poi trasferirsi al Conservatorio Rossini di Pesaro, dove si diploma con Menzione d’Onore con Federico Mondelci. Successivamente si laurea con il massimo dei voti e la Menzione d’Onore al Conservatorio Verdi di Milano, con Mario Marzi. Ventitré i primi premi assoluti ottenuti in competizioni internazionali che Jacopo ha vinto tra il 2006 e il 2019 tra cui, solo per citarne alcuni, Salieri Zinetti, Luigi Nono, F. Cilea di Palmi, Enrica Cremonesi, Soroptimist International. Nel 2015, ad Umbria Jazz vince una borsa di studio per il Berklee College of Music di Boston. Jacopo tiene recital nelle più rinomate sale da concerto, incluse Sala Verdi e Teatro alla Scala di Milano, Teatro Regio di Torino, Teatro Argentina in Roma, Auditorium Università di Milano, Parco della Musica di Roma, Teatro degli Arcimboldi, Teatri Dal Verme, Litta e Filodrammatici, Teatro del Maggio Musicale di Firenze, Berklee Performance Center di Boston. Ha suonato sotto la direzione di bacchette prestigiose quali quelle di Yuri Bashmet, Antonio Pappano, Daniele Gatti. Dal 2019 ricopre il ruolo di Primo Saxofono Soprano presso l’Orchestra del Teatro Regio di Torino. Di recente si è esibito a New York nel concerto di apertura del New York Chamber Music Festival, a Miami, a Stoccarda, a Hong Kong, in Argentina e in Svizzera. È Artista in residenza presso la Società dei Concerti e in questa veste si è esibito come solista con i Nurnberger Symphoniker al Conservatorio di Milano in Sala Verdi e a Norimberga. Nel 2017 gli è stata conferita la Medaglia della Camera dei Deputati, come riconoscimento del suo talento. Nel 2020 è stato scelto come testimonial dall’azienda francese Henri Selmer Paris, produttrice di strumenti a fiato ed è artista Zac Ligature. Dal 2013 Jacopo è artista della Gioventù Musicale d’Italia, che ha nel supporto ai giovani concertisti di talento lo scopo fondamentale del proprio impegno. È invitato con assiduità da questa istituzione come ospite di rassegne concertistiche in tutta Italia. Jacopo è dedicatario di composizioni di Christian Lauba, Francesco Libetta, Vittorio Montalti, Alessandro Solbiati, Francesco Ciurlo, Roberto Esposito, Emiliano Imondi. Ha tenuto masterclass al Conservatorio Rossini di Pesaro e al Summer Camp di Fanano ed è stato docente di Saxofono ai Corsi Musicali serali (CPSM) presso il Conservatorio Verdi di Milano. Ha studiato con Jean Michel Goury, Francisco Martinez, Lars Mlekush, Anders Paulsson, Jean Marie Londeix, Gerard Mc Chrystal, Claude Delangle. Su commissione del Conservatorio di Perugia ha eseguito in prima assoluta, accompagnato dall’Orchestra di archi e arpa F. Morlacchi, un brano di Marco Ciccone dedicato a J. M. Londeix, presente al concerto in Suo onore. Ha preso parte al Saxfest di Vienna. Ha frequentato i Seminari Internazionali Estivi di Siena Jazz. Si è esibito con Pietro Tonolo, Avishai Cohen, Miguel Zenon, Massimo Manzi, Achille Succi, Greg Osby. Ha seguito lezioni di jazz con Eddie Daniels, Massimo Morganti, Stefano Cocco Cantini, Tino Tracanna.

Davide Vendramin fisarmonicista e bandoneonista, ha compiuto gli studi musicali al Conservatorio di Pesaro, all’Università di Torino e all’Hochschule der Künste di Berna. Si è esibito nell’ambito di importanti festival e in collaborazione con istituzioni culturali quali Stadt Tehater di Berna, UFA Filmnächte di Berlino, Internationale Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt, Ferrara Musica, Festival di Lucerna, HEMU di Losanna, Milano Musica, Staatstheater am Gärtnerplatz di Monaco di Baviera, Teatro Regio di Parma, Amici della Musica di Modena, Pistoia e Trapani, Associazione Filarmonica di Rovereto, Istituto Italiano di Cultura di Stoccarda, Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, MiTo/Settembre Musica e Rai NuovaMusica di Torino, Théâtre du Capitole de Toulouse, Biennale Musica di Venezia, Wettinger Kammerkonzerte, FBW di Vienna, Accademia di Musica e Teatro di Vilnius. Come solista ha suonato con l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino e l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma eseguendo, in prima nazionale, lavori per fisarmonica e orchestra di Salvatore Sciarrino (Storie di altre storie) e Sofia Gubajdulina (Sotto il segno dello scorpione). Con il bandoneon, sempre accompagnato dall’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano, ha suonato i “Tres Tangos”, Doble Concierto “Hommage à Liége”, “Las quatro estaciones porteñas” di Astor Piazzola, il “Requiem” di Silvia Colasanti e la “Misa Tango” per soli, bandoneon, coro e orchestra di Luis Bacalov diretta dal compositore stesso. Ha suonato nella “Die Dreigroschenoper” di Kurt Weill prodotta dal Piccolo Teatro Strehler di Milano e registrato, in prima assoluta, “Tango” del compositore lettone Artur Maskats. Con l’Orchestre de Chambre de Toulouse ha suonato la “Misa a Buenos Aires” di Martín Palmeri. Ha collaborato inoltre con l’Orchestra del Teatro alla Scala e l’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, la Mahler Chamber Orchestra, la Berner Symphonie Orchestre, Neue Vocalsolisten Stuttgart, “The Sprockets” Ensemble di Utrecht, l’Orchestra della Svizzera italiana di Lugano, l’ Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini di Parma, l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, l’Orchestra della Toscana e direttori quali: Claudio Abbado, Marco Angius, Stefan Asbury, Filippo Maria Bressan, Timothy Brock, Oleg Caetani, Riccardo Chailly, William Eddins, Olari Elts, Beat Furrer, Daniele Gatti, Pablo González, Vinko Globokar, Stanislav Kochanovsky, Francesco Lanzillotta, Antonello Manacorda, Michele Mariotti,  Wayne Marshall, Ingo Metzmacher, Maxime Pascal, Luca Pfaff, Maxim Risanov, Markus Stenz, Juraj Valcuha solo per citarne alcuni. Ha lavorato al fianco di attrici e cantanti come: Valentina Cortese, Lella Costa, Mariangela Gualtieri, Laura Marinoni, Andrea Jonasson, Ute Lemper, Milva. Ha registrato per Radio3 RAI e la Terza Rete Televisiva, per la Radio della Svizzera Italiana di Lugano, per la Télévision Suisse Romande di Ginevra e per la Bayrischer Rundfunk di Monaco di Baviera. Con l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano diretta da Giuseppe Grazioli e l’Orchestra della Svizzera italiana di Lugano diretta da Dennis Russell Davies, ha partecipato all’incisione dell’integrale delle opere per orchestra di Nino Rota per DECCA e di Chemins V di Luciano Berio per ECM. Insegna fisarmonica e bandoneon al conservatorio di Vicenza.

Barbara Krüger ha conseguito il diploma di violino presso il Conservatorio di Milano nel 1998 e nel 2002 quello di perfezionamento presso il Conservatorio della Svizzera italiana. Ha partecipato inoltre a varie masterclass. Ha studiato con Susanne Holm, Massimo Quarta, Rudolf Koelman, Igor Oistrakh. Dal 2000 al 2007 è stata membro dell’Orchestra Symphonica d’Italia sotto la direzione di Loorin Maazel come concertino dei violini secondi collaborando anche con Mstislav Rostropovich, Zubin Metha, George Prêtre, Iuri Temirkanov, Antonio Pappano. Attualmente è concertino dei violini primi dell’Orchestra Filarmonica Italiana e si è esibita come solista con Gli Archi della Scala e l’Accademia delle Opere. Ha svolto il ruolo di spalla nelle orchestre Ars Armonica, Filarmonica Italiana e Orchestra Sinfonica di Ivrea. Collabora regolarmente con l’Orchestra Nazionale della Rai, l’Orchestra della Svizzera Italiana, l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra del Teatro la Fenice di Venezia. Svolge intensa attività in varie formazioni da camera e nel febbraio 2010 ha fondato con il violoncellista Claudio Giacomazzi, il Duo Jig.

Il violoncellista Claudio Giacomazzi si diploma nel 1989 al Conservatorio di Milano sotto la guida di Marco Bernardin. Collabora come primo violoncello con varie orchestre italiane tra le quali l’Orchestra Filarmonica della Scala, l’Orchestra de I Pomeriggi Musicali di Milano (come primo violoncello dell’orchestra lirica dal 1997), Orchestra Filarmonica di Torino, Orchestra Filarmonica Italiana. Nel 1989 entra a far parte stabilmente dell’orchestra dell’Angelicum di Milano, e dal 1993 al 2007 ha ricoperto il ruolo di primo violoncello nell’Orchestra da Camera Milano Classica. Dal 2007 è primo violoncello dell’Orchestra Cantelli di Milano. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero e ha all’attivo 29 produzioni discografiche come solista e Primo violoncello. Fa parte del Trio Gagliano e del Duo Jig.