Duo Ebano

sabato 15 dicembre 2018 ORE: 17:00 Oratorio della Carità, Fabriano

SABATO 15 DICEMBRE, ore 17:00
Oratorio della carità – Fabriano

 

DUO EBANO

Marco Danesi, clarinetto

Paolo Gorini, pianoforte

 

PROGRAMMA:

CLAUDE DEBUSSY (1862 – 1918)

Première rhapsodie per clarinetto e pianoforte

 

MARIO CASTELNUOVO TEDESCO (1896 – 1968)

Sonata per clarinetto e pianoforte

 

ROBERT SCHUMANN (1810 – 1856)

Fantasiestücke op. 73

 

NINO ROTA (1911 – 1979)

Sonata in re per clarinetto e pianoforte

 

JEAN FRANÇAIX (1912 – 1997)

Tema e variazione per clarinetto e pianoforte

 


Paolo Gorini Ha iniziato gli studi musicali sotto la guida del padre. Diplomato con 10 lode e menzione d’onore presso il Conservatorio “Luca Marenzio” di Brescia e laureato nel biennio specialistico in Musica da Camera con 110 e lode presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano. Ha recentemente completato il Master in Pianoforte con specializzazione in New Music presso il Conservatorium van Amsterdam. La sua formazione pianistica è fortemente legata ai maestri Mario Boselli, Paolo Bordoni, Aldo Ciccolini, Andrea Rebaudengo e Emanuela Piemonti. Ha vinto il 2° premio al IX Concorso pianistico “Città di San Giovanni Teatino” e il Premio speciale “Music, the food of love” (migliore esecuzione di Food di Carlo Galante) al 2° Concorso “Premio Antonio Bertolini”. Il duo con il violinista Cesare Zanfini è centrale nella sua attività. Il duo si è formato nella classe della Prof.ssa Emanuela Piemonti. Durante il Premio A. Rancati 2014 si sono aggiudicati il “Premio Speciale per la migliore esecuzione di un’opera di epoca contemporanea scritta dopo il 1960 da un compositore legato al Conservatorio di Milano” (Niccolò Castiglioni – Undici danze per la bella Verena); insieme saranno prossimamente al centro di un progetto discografico di Limen Music. Con il “Laboratorio di Musica Contemporanea” del Conservatorio di Milano ha suonato al Festival Pontino (Sermoneta) e al Festival Milano Musica 2015 esibendosi da solista nel Concerto per 2 pianoforti e strumenti di Maderna. Fa parte del Duo Ebano, progetto nato in collaborazione con il clarinettista Marco Danesi. Il Duo ha recentemente vinto lo Storioni Toonzaal Prijs in Olanda esibendosi in diretta radio dalla Spiegezaal (Concertgebouw – Amsterdam) e partecipando al programma radiofonico OPIUM di Radio 4. La passione per la musica contemporanea lo ha portato a stringere una stretta collaborazione con l’Ensemble Sentieri Selvaggi partecipando a diversi progetti: “Ritratto di Ludovico Einaudi” presso il Teatro Elfo Puccini di Milano, “Ballet Mecanique” di G. Antheil per la rassegna “Sotto le stelle del cinema” e “Feeding music” durante il periodo di EXPO 2015. Collabora regolarmente con il Nieuw Ensemble in Olanda. Nel dicembre 2015 ha eseguito musiche di Huang Ruo in Concertgebouw Amsterdam con il progetto “Score Collective” del Conservatorio di Amsterdam. Ha collaborato con il compositore Gerardo Gozzi eseguendo Deux commentaires au Quatuor pour la fin du temps alla Royal Accademy of Music di Londra. Ha collaborato con il pianista Hauschka durante il concerto di apertura di Milano Piano City 2015 con il progetto Music for seven key instruments and percussions. Ha studiato composizione con il M° Mauro Montalbetti. Il suo brano It’s like… per voce e pianoforte è stato selezionato ed eseguito per il Festival Risuonanze 2014 – incontri di nuove musiche. L’orchestra I Pomeriggi Musicali gli ha commissionato il brano Geometrie di vento per la stagione 2015/2016. La sua musica è pubblicata da Sconfinarte edizioni.

 

Marco Danesi si è diplomato in clarinetto presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano con il Maestro Sergio Delmastro ed ha frequentato l’Accademia ‘J. Horak’ di clarinetto basso a Pordenone con il Maestro Paolo De Gaspari. Nel 2013 ha iniziato il Master of music con il Maestro Charles Neidich alla Juilliard School di New York e nel 2016 ha conseguito il Master in clarinetto al Conservatorium van Amsterdam. La sua attività orchestrale prevede collaborazioni con l’Accademia dell’Annunciata, con la Nieuwe Utrecht Orchestra e con numerose orchestre di fiati. Nel Luglio del 2015 si e’ esibito come solista interpretando il concerto di W.A. Mozart con la Brixia Symphony Orchestra. La musica contemporanea ricopre gran parte della sua attività artistica. Durante i suoi studi al Conservatorio di Milano, Marco ha partecipato al Laboratorio di Musica contemporanea con il quale ha eseguito in prima assoluta il brano “SUR” di Lauri Mantysaari (vincitore del Concorso Internazionale di Composizione). Nello stesso anno ha collaborato con il “Dedalo Ensemble” esibendosi in concerto al Quirinale a Roma. Dal Dicembre 2014 ha intrapreso una collaborazione con l’ASKO-Schoenberg ensemble di Amsterdam, con il quale ha intrapreso una tournée in Belgio e in Olanda. L’ultimo progetto riguardante la musica dei nostri giorni è la registrazione di ‘Neutrinos visiting’ per clarinetto solo e orchestra del compositore italiano Gerardo Gozzi. La stretta collaborazione tra i due musicisti italiani è iniziata molto tempo fa con la realizzazione di un progetto incentrato su Messiaen eseguito a Losanna in Svizzera e registrato al Royal Academy of Music di Londra. L’interesse per la musica contemporanea e la sperimentazione in musica ha portato alla creazione dell’Ensemble Resilience, un progetto innovativo che punta ad avvicinare il mondo ed i suoni della musica elettronica con la realtà della musica classica contemporanea grazie all’utilizzo dell’innovativa Seaboard ROLI e di nuovi strumenti creati dai membri dell’ensemble. Marco ha preso parte a festival internazionali di musica contemporanea come Milano Musica e IMPULS a Gratz. Marco collabora attualmente con il pianista Paolo Gorini, con il quale ha creato Duo Ebano. Il Duo vince nel 2017 lo Storioni Toonzaal Prijs, questo lo ha portato ad esibirsi in diverse prestigiose sale da concerto in Olanda (Spiegezaal – Concertgebouw Amsterdam, Muziekgebouw Eindhoven, Willem Twee Toonzaal). Il Duo è stato ospite di programmi radiofonici di Radio 4 e Avotros. La passione per la musica da camera lo ha portato a formare il Venturis trio, un ensemble formato da violino, pianoforte e clarinetto con il quale ha ottenuto il secondo posto ad Illzach International Music Competition. Lo scopo di questo ensemble e’ di far conoscere il repertorio non troppo eseguito e sfruttare le potenzialità di questa formazione con commissioni ed arrangiamenti. Con l’Orzan trio Marco si esibisce abitualmente in ospedali, ospedali pediatrici, prigioni e manicomi per condividere la sua esperienza musicale con persone in difficoltà attraverso il potere benefico della musica.