Concerto a Santa Maria delle Grazie

mercoledì 05 dicembre 2018 ORE: 20:30 Piazza di Santa Maria delle Grazie, Milano
grazie

MERCOLEDì 5 DICEMBRE, ore 20:30

Basilica di Santa Maria delle Grazie,

Piazza di Santa Maria delle Grazie, Milano

INGRESSO GRATUITO

Concerto in collaborazione con LE DIMORE DEL QUARTETTO

 

QUARTETTO INDACO

Eleonora Matsuno, violino

Jamiang Santi, violino

Francesca Turcato, viola

Cosimo Carovani, violoncello

 

QUARTETTO CESAR FRANCK

Marco Mazzamuto, violino

Niccolò Musmeci, violino

Salvatore Randazzo, viola

Bruno Crinò, violoncello

 

SERENA ERBA, soprano

 

 

PROGRAMMA:

LUIGI BOCCHERINI (1743 – 1805)

Stabat Mater in fa minore G. 532, per soprano e doppio quartetto d’archi

FELIX MENDELSSOHN (1809 – 1847)

Ottetto per archi in mi bemolle maggiore op. 20

CHARLES GOUNOD (1818 – 1893)

Ave Maria su Preludio di Johann Sebastian Bach, per soprano e doppio quartetto d’archi

 


Il Quartetto Indaco nasce presso la Scuola di Musica di Fiesole nel 2007 grazie all’impulso di Piero Farulli e Andrea Nannoni. Successivamente la formazione ha seguito masterclasses con diversi quartetti (Quartetto Artemis, Quartetto Brodsky, Quartetto Prometeo) e corsi di specializzazione tenuti da componenti dei maggiori quartetti del nostro tempo (Milan Skampa-Quartetto Smetana, Hatto Beyerle-Quartetto Alban Berg, Rainer Schmidt-Quartetto Hagen, Krzysztof Chorzelski-Quartetto Belcea). Attualmente il Quartetto Indaco sta frequentando il Master in Musica da Camera presso la Musikhochschule di Hannover, sotto la guida di Oliver Wille (Quartetto Kuss). Ospite di rassegne, festival e istituzioni musicali di prestigio in Italia (tra i quali il concerto tenutosi al Palazzo del Quirinale a Roma e trasmesso in diretta su Rai Radio 3) il Quartetto si è anche esibito in numerosi paesi europei. Dal 2017 prende parte al progetto Le Dimore del Quartetto in collaborazione con ADSI e Associazione Piero Farulli. Finalista al prestigioso Concorso internazionale per quartetto d’archi “Premio Paolo Borciani 2017”, il Quartetto Indaco si è aggiudicato diversi premi nel corso della sua carriera. Numerose le collaborazioni con musicisti di fama internazionale, tra cui spiccano i pianisti Bruno Canino e Carlo Balzaretti, Davide Formisano, Paolo Beltramini (primo clarinetto dell’Orchestra della Svizzera Italiana) e non ultimo il violoncellista Valentin Erben, componente storico del Quartetto Alban Berg, con cui nel 2012 ha eseguito il quintetto con due violoncelli di Schubert. Oltre ad affrontare il repertorio classico, il quartetto dedica attenzione anche alla musica contemporanea con lo scopo di dar voce e diffondere nuovi linguaggi musicali: il gruppo infatti è vincitore del “Premio Giuseppe Scotese” come miglior interprete durante la 53esima edizione del ‘Festival Nuova Consonanza’ di Roma; inoltre è ‘ensemble in residence’ presso l’’International HighScore Festival’ di Pavia dal 2010. La critica ha in diverse occasioni dimostrato un entusiastico apprezzamento per il gruppo. Il Ttela Newspaper (Svezia) descrive un’esecuzione del Quartetto con queste parole: “la loro performance è come uno stupefacente spettacolo di fuochi d’artificio, così brillante che i muri della sala a stento lo contenevano“; Il Giornale di Vicenza descrive il Quartetto come “compatto, pieno di smalto e di esuberanza, una vera rivelazione” e prosegue “Il Quartetto Indaco ha nella faretra archi che vanno a segno per lucida precisione, concentrazione e grande abilità”.

Il Quartetto Cesar Franck si è formato nel 2013 dall’incontro di quattro giovani strumentisti catanesi accomunati dalla passione per lo studio del grande repertorio quartettistico. I suoi membri hanno tutti alle spalle importanti percorsi di formazione individuale e cameristica, avendo studiato con docenti di spessore Internazionale e collaborato in numerose occasioni con artisti di grande fama. Si è da subito segnalato come una delle realtà cameristiche italiane di maggior rilievo. Selezionato da Simone Gramaglia (Quartetto di Cremona) per prendere parte al progetto “Le Dimore del Quartetto” insieme ai più importanti quartetti giovanili italiani, si perfeziona con Mikhail Kopelman, Lawrence Dutton, Sergej Bresler e Alfred Brendel. Il Quartetto Cesar Franck è già ospite regolare di alcune delle più importanti stagioni concertistiche italiane, quali ASAM (Siracusa), AME (Catania), Filarmonica Laudamo (Messina), Fondazione Musica Insieme (Bologna), Armonie in Valcerrina (Monferrato), Società del Quartetto (Milano). Nel settembre 2015 è stato ammesso al corso di Alto Perfezionamento presso l’accademia W. Stauffer tenuto dal Quartetto Di Cremona. Vincitori della borsa di studio offerta da Terna nell’ambito del progetto Dimore del Quartetto. Nell’ottobre 2016 il quartetto debutta per la Società Del Quartetto di Milano e con grande successo si afferma come una delle formazioni cameristiche emergenti in Italia. Nel mese di ottobre 2018 il quartetto Franck ha preso parte all’importante iniziativa promossa da Musica Insieme di bologna, che ha coinvolto 5 importanti quartetti giovanili nell’esecuzione integrale dei quartetti di Shostakovich. Il Franck suona un quartetto d’archi costruito dal liutaio piemontese Paolo Rabino gentilmente concesso da Giovanni Accornero.

Soprano Lirico, Serena Erba inizia all’età di dieci anni lo studio del pianoforte e ben presto diviene allieva del Conservatorio Giuseppe Verdi ove consegue, con ottimi voti, la Maturità Artistica Musicale nel liceo interno e il Compimento di strumento con il vecchio ordinamento di studi oltre a completare il quarto corso di pianoforte sotto la guida di Gloria Tanara. Nel 2010 consegue il Diploma di Laurea in ‘Musica Vocale da Camera’ per i corsi AFAM sempre al Conservatorio di Milano nella classe di Daniela Uccello con la quale nel 2016 ha compiuto il corso di Laurea Specialistica in “Musica Vocale da Camera ad indirizzo Barocco” con il massimo dei voti. Da diversi anni affianca allo studio del repertorio cameristico anche lo studio del bel canto per il teatro dell’Opera. Nel corso di studio ha partecipato a numerose masterclass di canto con insegnanti di rilievo internazionale. E’ docente di canto lirico per i CPSM, la storica associazione culturale milanese che opera da 40 anni presso il Conservatorio di Milano offrendo corsi serali popolari di musica agli adulti di ogni età. Nel 2015 partecipa come soprano solista a numerosi concerti per la rassegna ‘Conservatorio in EXPO’. Nell’ottobre 2015 collabora con l’Ensemble Andromeda, del Conservatorio di Milano e con la direzione di Francesca Torelli, ai concerti per musica barocca e per l’evento denominatoLeonardo at the Table”, nel contesto del workshop di sound design tenuto da Bill Fontana, organizzato dalla ETHICANDO Association, in collaborazione con il Comune di Milano presso il Castello Sforzesco. Oltre al canto ha studiato tecniche di accompagnamento pianistico, lettura forma e analisi della poesia per musica e analisi delle forme compositive, clavicembalo, arte scenica, recitazione, dizione italiana e straniera per canto (tedesco, inglese, francese). Il suo repertorio vocale è ampio per epoca e stile. Nel 2016 è stata finalista alle Selezioni tenute da Mirella Freni e nel 2017 è stata premiata al “IV Concorso lirico Internazionale per ruoli d’Opera” con il “Premio Speciale” per il suo debutto nel ruolo di Lauretta nel Gianni Schicchi. In sei mesi ha debuttato in alcuni ruoli importanti tra i quali citiamo Zerlina nel Don Giovanni di Mozart e Adina nell’Elisir d’amore di Donizetti. In aggiunta alla preparazione accademica in Conservatorio ha frequentato altri corsi quali: recitazione e Tecnica della Maschera e di Teatro dell’Arte con Giorgio Bongiovanni, danza e gestualità barocche con Deda Cristina Colonna e Letizia Dradi. Ha approfondito la preparazione per la danza con lo studio di ‘danze storiche e di carattere’ con Barbara Protti nella scuola di Liliana Cosi a Reggio Emilia.