Concerto al Planetario: Sinestesia 2019

sabato 12 ottobre 2019 ORE: 19:00 e 21:00 Corso Venezia 57, Milano
11-03-2018_VillaGreppi_PHASEDUO_HQ_RobertoDelBo-9707 - Copia

Sabato 12 ottobre ore 19.00 e 21.00

Civico Planetario di Milano “Ulrico Hoepli”

Corso Venezia 57


Civico Planetario di Milano “Ulrico Hoepli” in collaborazione con Gioventù Musicale d’Italia e Danae Festival

presentano

Un nuovo happening astronomico al Planetario di Milano:

“UNIVERSAL PHASE”.

Dialogo tra musica, astronomia e suggestioni visive

Riprende, dopo la pausa estiva, la rassegna di concerti sinestetici a Milano organizzati da Gioventù Musicale d’Italia con la Direzione creativa di Saul Beretta: happening musicali imperdibili in luoghi inusuali, momenti speciali per il pubblico per vivere l’esperienza della grande musica immersi in contesti non necessariamente dedicati all’ascolto.

Sabato 12 ottobre (ore 19.00 e 21.00) il Civico Planetario di Milano “Ulrico Hoepli” apre le porte per uno spettacolo in prima assoluta: UNIVERSAL PHASE.

Il progetto speciale, realizzato in collaborazione con Teatro delle Moire/Danae Festival, scritto e diretto da Cristina Crippi e Fabio Peri (curatore scientifico e conservatore del Civico Planetario di Milano “Ulrico Hoepli”), voce narrante di Claudio Moneta, visuals Cristina Crippi con la collaborazione di Fabio Volpi, avrà come protagonista Phase Duo (Eloisa Manera/violino, Stefano Greco/elettronica e monochord), ensemble amante del Minimalismo e fortemente influenzato da compositori quali Steve Reich (da qui anche il nome Phase Duo). Dopo un paio d’anni di concerti e sperimentazioni in studio, il Duo trova un proprio linguaggio di natura elettroacustica, che mette in comunicazione i mondi musicali delle due personalità che lo compongono.

UNIVERSAL PHASE è un dialogo tra musica, astronomia e suggestioni visive. Sfasandosi un suono può produrre un ritmo; più suoni, sfasandosi, possono produrre un mondo musicale nuovo. Può anche lo stesso Universo nascere da uno “sfasamento”? Di cosa? Riportare l’Universo alla sua identità iniziale è, in fondo, il compito dei cosmologi, ma come proseguirà? Come sarà la fine? In un dialogo tra musica, astronomia e suggestioni visive sulla volta planetaria ripercorreremo un viaggio alla scoperta di un universo, di un suono, che continuamente cambia, ma che potrebbe concludersi con un nuovo inizio…

Sabato 12 ottobre ore 19.00 e 21.00

CIVICO PLANETARIO DI MILANO “ULRICO HOEPLI”

Corso Venezia 57

Ingresso: 5 €

Info e prevendita:

www.jeunesse.itwww.danaefestival.com

Parte dei biglietti sarà in vendita dal 25 settembre presso:

Gioventù Musicale d’Italia (lun-ven 9.30 – 18.00), via Santa Croce 4 (Parco delle Basiliche)

Il prossimo appuntamento con il Progetto Sinestesia sarà venerdì 29 novembre alla Chiesa di S. Maria Annunciata in Chiesa Rossa con “Gloria Patri”, 24 inni per coro misto del compositore estone Urmas Sisask con il CORO G diretto da Carlo Pavese.

Note sul Progetto Sinestesia:

Direttore Creativo Saul Beretta

Avviato da Gioventù Musicale d’Italia nel 2012, anno del 60° anniversario dell’Istituzione, il Progetto Sinestesia viene ideato con l’obiettivo di rinnovare le dinamiche esecutive in chiave performativa attraverso un creativo dialogo transdisciplinare.

A questo scopo il Progetto Sinestesia propone dinamiche di esecuzione concertistica originali, che vedono il linguaggio musicale divenire elemento unificante di esperienze e manifestazioni differenti del sapere umanistico e della conoscenza filosofica e scientifica. Il concerto viene infatti concepito come esperienza sinestetica nella quale sono simultaneamente coinvolti in funzione percettiva più ambiti sensoriali, consentendo al pubblico di acquisire un maggior grado di consapevolezza, coinvolgimento e comprensione nell’ascolto.

Il Progetto Sinestesia costituisce, inoltre, un’importante esperienza formativa per i giovani musicisti che vengono coinvolti di volta in volta nei programmi.

Gli spettacoli del Progetto Sinestesia si sono tenuti in luoghi molto diversi tra loro, spesso non necessariamente deputati all’attività concertistica, e in spazi da valorizzare e riscoprire.

Tra i tanti, ricordiamo: il Civico Planetario di Milano “Ulrico Hoepli”, l’Auditorium San Fedele, lo Spazio Oberdan (in collaborazione con la Fondazione Cineteca Italiana), il Planetario Torre del Sole di Brembate (BG), lo spazio BASE a Milano (in collaborazione con Milano Film Festival); infine, il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano. Qui si è tenuta la prima esecuzione del Responsorio Meccanico per soprano, ottoni e suoni elettronici, opera che la Gioventù Musicale ha commissionato al compositore Massimiliano Viel per l’Ensemble Sinestesia. Fondamentale per il Progetto Sinestesia è stata fin qui la collaborazione con le maggiori istituzioni culturali che a Milano e non solo, sono riconosciute come importanti punti di riferimento nei rispettivi ambiti.

_______________________


Per maggiori informazioni:

Fondazione Gioventù Musicale d’Italia

Ufficio Stampa
Serenella Di Palma

ufficiostampa@jeunesse.it

www.jeunesse.it

tel. 02 894008.40-48