Archipelago 2019: Quartetto Dudok e Giulia Attili

cini

GIOVEDì 28 FEBBRAIO , ORE 18:00

Auditorium “Lo Squero” – Fondazione Giorgio Cini
Venezia, Isola di San Giorgio Maggiore

Rassegna di concerti ARCHIPELAGO alla Fondazione Giorgio Cini a Venezia in collaborazione con Le Dimore del Quartetto, Accademia Walter Stauffer di Cremona e Fondazione Giorgio Cini.

 

QUARTETTO DUDOK (Paesi Bassi)

Judith Van Driel, violino

Marleen Wester, violino

Marie-Louise De Jong, viola

David Faber, violoncello

 

GIULIA ATTILI (Italia)

violoncello

 

PROGRAMMA:

Joseph Haydn, Quartetto per archi in sol minore op. 20 n. 3

Franz Schubert, Quintetto per archi in do maggiore op. 163 D. 956

 

Biglietti:

Biglietto BASE – 15€
Biglietto “SOSTENITORE” – 30€
Biglietto “MECENATE” – 50€

Abbonamento 6 concerti BASE – 60€
Abbonamento 6 concerti “SOSTENITORE” – 120€
Abbonamento 6 concerti “MECENATE” – 200€

Scegliendo i biglietti e gli abbonamenti “sostenitore” e “mecenate” si può contribuire a sostenere i musicisti ospiti e le attività delle istituzioni coinvolte nell’organizzazione dei concerti.

Disponibili cliccando QUI oppure presso la Fondazione Cini il giorno del concerto o i giorni precedenti (la biglietteria/bookshop sarà aperta fino al 20 marzo tutti i giorni escluso il martedì, dalle ore 10.00 alle ore 16.00; dal 21 marzo tutti i giorni, dalle ore 10.00 alle ore 19.00).

Sarà possibile comprare gli abbonamenti sia presso la Fondazione Cini agli orari sopra indicati che tramite Call Center Geticket chiamando il n° 848 002 008 da lunedì a sabato dalle 9 alle 18. Anche da call center sarà possibile acquistare tramite scelta del posto in mappa.

 

QUARTETTO DUDOK

Il Dudok Quartet Amsterdam si è formato nel 2009, dopo che i membri si sono incontrati suonando nel Ricciotti Ensemble, un’orchestra sinfonica olandese di strada. Per i due anni consecutivi il quartetto ha studiato con l’Alban Berg Quartett presso la Hochschule für Musik di Colonia ed in seguito con Marc Danel presso la Dutch String Quartet Academy.

Nel giugno 2013, il Dudok Quartet Amsterdam ha terminato gli studi presso la Dutch String Quartet Academy, diplomandosi con il massimo dei voti. A novembre 2014 è stato premiato con il Kersjesprize, un premio riconosciuto ogni anno all’ensemble con più talento sulla scena della musica da camera olandese. Il quartetto, inoltre, ha ricevuto numerosi premi presso diversi concorsi di quartetti d’archi internazionali: a Bordeaux (Concours international quatuor à cordes), a Weimar (Internationaler Joseph Joachim Kammermusikwettbewerb), in Olanda (Charles Hennen Competition/Orlando Competition) e in Polonia (Radom first international string quartet competition). Nel 2018, il Dudok Quartet Amsterdam è stato selezionato per partecipare nel progetto de Le Dimore del Quartetto.

Molti compositori contemporanei, come Kaija Saariaho, Mark-Anthony Turnage, Calliope Tsoupaki e Max Knigge, hanno collaborato con il quartetto. Nel 2014, il Dudok Quartet Amsterdam ha registrato per Resonus Classics, la prima etichetta discografica digitale di musica classica al mondo. Entrambi i loro primi due album, che uniscono un repertorio classico di Haydn e Mozart con opere contemporanee di György Ligeti e brani composti dal quartetto stesso, sono stati acclamati dalla critica in riviste internazionali e segnalati come “Editor’s Choice” su Gramophone. Il Dudok Quartet Amsterdam ha inoltre suonato con molti musicisti di fama internazionale e si è esibito in festival e sale da concerto in tutta Europa e negli Stati Uniti.

Willem Marinus Dudok (1884-1974) fu un famoso architetto olandese, oltre che un appassionato di musica e compositore nel tempo libero. “Devo più ai compositori che a qualsiasi architetto”, scrisse. “Musica ed architettura hanno un’anima comune, dopotutto entrambe traggono il loro valore dal rispetto delle giuste proporzioni”.

 

GIULIA ATTILI (violoncello)

Giulia Attili è nata a Roma nel dicembre 2000 e all’età di sette anni inizia lo studio del violoncello sotto la guida del M° Giorgio Schultis.

A dieci anni debutta al Teatro Ghione di Roma e nel 2011, come premio di rappresentanza, riceve una medaglia dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. È vincitrice di concorsi nazionali e internazionali tra cui: primo premio e premio speciale al concorso Rotary, primo premio al TIM (Torneo Internazionale di Musica) a Parigi, diventando ad 11 anni la più giovane vincitrice nella storia del concorso, primo premio al David Popper International Cello Competition in Ungheria. Ha tenuto concerti con artisti quali Salvatore Accardo, Michele Campanella, Bruno Giuranna, Antonio Meneses e Gérard Wyss. Si è esibita in recital per l’Accademia Chigiana a Bruxelles per il progetto “Giovani Talenti Musicali Italiani nel Mondo”, presso il Chigiana International Festival, per l’evento “Italia, Culture, Mediterraneo” nelle Terme di Diocleziano a Roma, all’Auditorium Vivaldi di Torino, nella stagione da camera del Teatro La Fenice di Venezia, presso la Fondazione Boubo-Music, a Palazzo Pitti a Firenze, presso la Sala Baldini di Roma, al Teatro Carlo Felice di Genova.

Ha frequentato masterclass nel 2013 con Gautier Capuçon e dal 2016 frequenta masterclass con Thomas Demenga presso l’Associazione De Sono di Torino.

Dal 2014 studia con Antonio Meneses in Svizzera e a Siena, allieva dei corsi di perfezionamento musicale dell’Accademia Chigiana e, dal 2015, a Cremona presso l’Accademia Walter Stauffer. Collabora ed è sostenuta dalla Fondazione svizzera Boubo-Music, dall’Associazione italiana De Sono e dall’Associazione italiana Musica con le Ali.

Nel 2017, in occasione di un concerto all’Auditorium Arvedi di Cremona, ha suonato il celebre violoncello Stradivari “Chigiano” del 1682.