Archipelago 2020: Ruisi Quartet, Alexander Ullman e Gennaro Cardaropoli – ATTENZIONE: spettacolo rinviato

alexander_ullman

ARCHIPELAGO 2020

In collaborazione con Le Dimore del Quartetto, Fondazione Giorgio Cini di Venezia e Accademia Walter Stauffer di Cremona

VENEZIA, FONDAZIONE CINI, AUDITORIUM “LO SQUERO”

Sabato 11 luglio 2020 – ore 17.00

Si informa il gentile pubblico che il concerto è stato rinviato a data da destinarsi, in ottemperanza al nuovo decreto del 1 Aprile 2020 della Presidenza del Consiglio dei Ministri per il contenimento del diffondersi del virus Covid–19.

 

RUISI QUARTET

Alessandro Ruisi, violino

Oliver Cave, violino

Luba Tunnicliffe, viola

Max Ruisi, violoncello

ALEXANDER ULLMAN, pianoforte

1° PREMIO CONCORSO INTERNAZIONALE LISZT DI UTRECHT 2017

GENNARO CARDAROPOLI, violino

 

PROGRAMMA:

FRANZ JOSEPH HAYDN (1732 – 1809)

Quartetto op. 33 n. 3 in do maggiore Hob.III:39

ERNEST CHAUSSON (1855 – 1899)

Concerto per violino, pianoforte e quartetto d’archi in re maggiore op. 21

 

BIGLIETTI E ABBONAMENTI:

Biglietti disponibili online cliccando QUI oppure presso la biglietteria della Fondazione Giorgio Cini, (Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia).

Biglietto STUDENTE | €8

Biglietto BASE | €15

Biglietto “SOSTENITORE” | €30

Biglietto “MECENATE” | €50

Abbonamento 6 concerti BASE | €60

Abbonamento 6 concerti “SOSTENITORE” | €120

Abbonamento 6 concerti “MECENATE” | €200

 

Gli abbonamenti sono acquistabili (con scelta del posto in mappa) sia presso la biglietteria della Fondazione Cini di Venezia, sia tramite Call Center al n° 848 002 008 da lunedì a sabato dalle 9 alle 18.

Scegliendo i biglietti e gli abbonamenti “sostenitore” e “mecenate” contribuirai a sostenere i musicisti ospiti e le attività delle istituzioni coinvolte nell’organizzazione dei concerti.

 

Vincitore del Royal Philharmonic Society Award for Young British String Players, il Ruisi Quartet è già acclamato dalla critica e, con il suo carisma e la sua espressività, si pone tra i migliori quartetti d’archi inglesi emergenti della sua generazione. Fondato dai fratelli Alessandro e Max, inglesi con origini siciliane, il quartetto si esibisce regolarmente nel Regno Unito e in tutta Europa. Sono inoltre vincitori del Kirckman Concert Society Artists Award 2018/19 e hanno ricevuto il Career Development Award al Concorso Internazionale di Banff nel 2019. Nato e attivo a Londra, il quartetto si è esibito nelle maggiori sale da concerto della Gran Bretagna, incluse la Wigmore Hall, Kings Place, la Royal Albert Hall e la Conway Hall, oltre ad aver suonato in Francia, Germania, Austria, Canada. Il quartetto si dedica alla sperimentazione e allo sviluppo del proprio profilo artistico, perfezionandosi con musicisti di altissimo calibro e attualmente prende parte al prestigioso programma del Belcea Quartet. Nel 2018 è stato selezionato per la Aldeburgh Chamber Music Residency insieme al violoncellista e direttore d’orchestra David Watkin e per la masterclass IMS Prussia Cove con Tomas Adés. Nel 2016 è stato Quartetto in Residenza al Wye Valley Chamber Music Festival. Nel 2015 ha partecipato alle IMS Prussia Cove Masterclasses, dove i musicisti hanno lavorato sotto la guida di Ferenc Rados e Rita Wagner. Nella stagione 2013/2014 l’ensemble era inoltre stato invitato al corso Artist Diploma in Chamber Music del Royal College of Music. Questo ha permesso loro di lavorare a stretto contatto con Simon Rowland-Jones e di partecipare a masterclass con alcuni dei più importanti esponenti della musica da camera tra i quali Gábor Takács, Anthony Marwood e Levon Chilingirian. Attualmente il gruppo si sta perfezionando con Krzysztof Chorzelski, violista del Belcea Quartet. Gli ultimi impegni importanti del quartetto includono il debutto alla Wigmore Hall e al St John’s Smith Square di Londra, concerti in Francia e in Canada, trasmissioni live su BBC Radio 3. Il quartetto attende ora il debutto a Mosca, in programma nel 2020.

Il 21 ottobre 2017 Alexander Ullman si aggiudica il primo premio al Concorso Internazionale Liszt di Utrecht. Il premio gli viene consegnato nella sala principale del TivoliVredenburg. Immediatamente dopo la vittoria al Concorso, ha effettuato un tour nei Paesi Bassi, debuttando alla Concertgebouw di Amsterdam con la Netherlands Radio Philharmonic Orchestra diretta da Markus Stenz. Come parte del programma di sostegno offertogli dal Concorso Liszt, Alexander ha potuto contare su molti impegni di rilievo, tra i quali spiccano l’esibizione come solista con la Korean Symphony Orchestra presso il Seoul Arts Center, quella con la Rotterdam Philharmonic Orchestra e con la Norwegian Radio Symphony Orchestra alla Oslo Konserthus, e recital in oltre 30 paesi tra cui Austria, Paesi Baltici, Brasile, Belgio, Cina, Colombia, Ecuador, Francia, Germania, Hong Kong, Ungheria, Indonesia, Paesi Bassi, Norvegia, Russia, Stati Uniti, Sud Africa, Corea del Sud, Spagna e Svizzera. Ha inoltre registrato il suo primo CD con l’etichetta Rubicon. Nato nel 1991 a Londra, Alexander ha studiato alla Purcell School, al Curtis Institute of Music di Philadelphia e al Royal College of Music, completando il Diploma nel 2017 grazie ad una borsa di studio del Benjamin Britten Piano Fellow assegnatagli dalla Philip Loubser Foundation. Nel 2014 è stato selezionato in Inghilterra dal Young Classical Artists Trust (YCAT). Nel corso dell’ultimo anno Alexander si è esibito alla Wigmore Hall, ha tenuto recital alla Perth Concert Hall, per le stagioni concertistiche a Nottingham e per l’Arts Oxford International Piano e ha inoltre debuttato con la Royal Philharmonic Orchestra e la Manchester Camerata. Ha inoltre effettuato tournée in Argentina, Colombia e Cina e partecipato al Festival Chopin di Maiorca. Alexander ha tenuto concerti in tutta Europa, Asia e America. Tra i suoi recital principali ricordiamo quello alla Gewandhaus di Lipsia, al Festspiele Mecklenburg – Vorpommern, al Louisiana Museum of Modern Art di Copenaghen, all’Archive Nationales di Parigi, all’Auditorio de la Diputación de Alicante, allo Shanghai Oriental Arts Center, al Beijing NCPA e al La Jolla Arts Festival in California. Tiene numerosi concerti in tutto il Regno Unito e ha collaborato con il Dover Quartet e il violoncellista Michael Petrov. Come solista, Alexander ha suonato con la Montréal Symphony Orchestra, la Philadelphia Orchestra al Mann Centre, la New Jersey e la Fort Worth Symphony Orchestra, la Oxford Philharmonic, la Southbank Sinfonia, la Cardiff Philharmonic, la Danubia e la Budapest Radio Orchestra. Suoi recital sono stati trasmessi da BBC Radio 3, Radio 4 Paesi Bassi, Radio France e MDR Classic. Alexander ha vinto numerosi premi tra i quali, nel 2011, il Primo Premio al Concorso Liszt di Budapest. Tra i suoi insegnanti ci sono William Fong, Leon Fleisher, Ignat Solzhenitsyn, Robert McDonald, Dmitri Alexeev, Ian Jones e Elisso Virsaladze.

Gennaro Cardaropoli si esibisce come solista con l’Orchestra Verdi di Milano diretta da Zhang Xian, con l’Orchestra della Radio della Svizzera Italiana diretta da Arturo Tamayo e al Festival di Brescia e Bergamo con Alessandro Bonato. Viene regolarmente invitato dall’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano e dall’Orchestra Sinfonica Verdi di Salerno. Altre sale importanti che lo vedono protagonista sono Grand Theatre de Monte Carlo, Grand Salle di Leon, Auditorio Nacional de Musica di Madrid, Barocco Hall di Stoccolma, Musikverein di Vienna, Queen’s University Hall di Belfast, Philarmonie di Parigi e di Toulouse, Kaunas Symphony Hall e Lituanian National Symphony Hall di Vilnius, Ekaterinburg Opera House, Ambasciata italiana di Berlino e Ambasciata italiana e francese di Tunisi, oltre al Festival Hubermann in Israele e al Festival Eurasia. Negli USA suona alla Carnegie Hall di New York, alla Philadelphia Concert Hall e al Washington Lincoln Center; con la Florida Philarmonic Orchestra si esibisce a Tampa, Orlando e Miami e con la Rheno Symphony Orchestra in Nevada, diretto dal Maestro Alvise Casellati. Prende parte a tournée in Israele e in Cina. A soli 17 anni si aggiudica il 1st Grand Prize all’Arthur Grumiaux International Violin Competition, risultando l’unico vincitore italiano nella storia del concorso. Altri importanti riconoscimenti sono il 1° Premio alla Rassegna di Vittorio Veneto, 1° Premio Solista al Concorso violinistico della Filarmonica della Scala di Milano, 1° premio al Premio Nazionale delle Arti (promosso dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica) come migliore violinista italiano, 1° premio al prestigioso concorso Claudio Abbado, 1° Grand Prize al Stockholm violin Competition e miglior solista salernitano conferitogli dall’Orchestra Sinfonica Claudio Abbado. Nato a Salerno nel 1997, a soli 9 anni si esibisce alla presenza di Sua Santità Papa Benedetto XVI nella sala Nervi del Vaticano in diretta Rai. Si diploma a 15 anni presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino con il massimo dei volti e menzione d’onore. Successivamente si perfeziona con Vadim Brodsky, Salvatore Accardo, Boris Belkin, Zachar Bron e Schlomo Mintz. Ottiene la laurea presso il Conservatorio della Svizzera Italiana con il Pavel Berman. Insegna al Conservatorio Donizetti di Bergamo e suona il violino G.B. Guadagnini, Torino 1783 ex Kleynenberg per gentile concessione della Fondazione Pro Canale di Milano.